Squilla Mantis Albana

Colore giallo paglierino con tenui riflessi verdognoli. Profumo caratteristico, gradevole e delicatamente fruttato. Sapore asciutto, fresco, sapido ed armonico, di semplice beva.

Squilla Mantis
Squilla Mantis

ABBINAMENTI

Temperatura di servizio: 6-8°C

NATURA DEL TERRENO

Zona della vena del gesso romagnola, terreno di tipo argilloso di medio impasto ricco in calcare e potassio. Esposizione: ovest.

MATURAZIONE

In cesti di maglia metallica zincata che permettono il passaggio dell’acqua.

VINIFICAZIONE

Le uve subiscono una diraspa-pigiatura e vengono poste a fermentare, a temperatura controllata (26-28°C), in serbatoi di acciaio inox con macerazione sulle bucce che si protrae per 10 giorni. Poi il vino viene separato dalle vinacce esauste, e riposto in cantina fino al momento dell’imbottigliamento.

AFFINAMENTO

In serbatoi di cemento vetrificato per circa nove mesi.Le bottiglie vengono stivate sul fondale marino del mare adriatico ad una profondità di 25/30 metri in gabbie di acciaio inox che contengono dai 60 ai 100 pezzi ognuna. Grazie all’isobara la temperatura è costante intorno ai 10/13°C, e l’emersione avviene dopo un periodo variabile da un minimo 6 fino a 12/18 mesi in base alle condizioni marine e alla stagione.

"La maturazione sott'acqua dona al prodotto un’armonia, una rotondità di gusto ed una gentilezza che conferisce al vino, seppur fondamentalmente giovane, un sapore che delicatamente copre l'acidità intrinseca delle annate recenti e, nello stesso tempo, vivacizza quelle che sono tipologie che difficilmente riservano grandi sorprese. Anche la gradazione alcolica non appesantisce, e anzi conferma una certa struttura"

Micol Abbondanza - Head Sommelier, Hotel Du Vin Londra

"Appena degustati li ho subito inseriti nella carta dei vini del Club. Una vera sorpresa. Inattesa da vini così poco conosciuti, ma nei quali ho visto una grande potenzialità."

Athila Roos - Wine & Cigar Head Sommelier, The Arts Club Londra

"Mi aspettavo una degustazione senza sorprese: mi sbagliavo piacevolmente"

Maurizio Magni - Direttore di "Emilia Romagna da bere e da mangiare"

"Un sommelier internazionale e di esperienza come Micol Abbondanza mi ha spinto ad assaggiare questi vini, e devo confermare quanto penso di lui."

Paolo Morelli - Giornalista, "La Stampa"

"Ho assaggiato i vini della Tenuta Del Paguro in occasione di un evento a Marina di Ravenna e nel mio ristorante e li ho trovati eccezionali."

Mauro Uliassi - Chef, Ristorante Uliassi Senigallia

SCOPRI GLI ALTRI VINI DELLA TENUTA DEL PAGURO

Pagurus

Pagurus

Sangiovese

Pagurus riserva

Pagurus riserva

Sangiovese

Homarus

Homarus

Merlot

Nephrops

Nephrops

Cabernet